Interessante Scrivere, Lettera Ad Un Amico In Carcere Una Lettera, Un Amica Speciale, Morire In Carcere Polvere Da

Una Lettera, Un Amica Speciale, Morire In Carcere Polvere Da, Scrivere una lettera ad un amico in carcere

Argomenti Letterali Correlati a Scrivere Una Lettera Ad Un Amico In Carcere

Una Lettera, Un Amica Speciale, Morire In Carcere Polvere Da - Sono le 3:15 del mattino del ventisette novembre 2014, considerando il fatto che rimanendo domenica ho la febbre, sembra finalmente scomparire, forse si è innamorata di me, mi sono semplicemente ridotta con la tachipirina e non ho dormito perché di febbre. E questa notte devo rendere omaggio a un mio caro amico con la a maiuscola e che devo far partecipare tutti coloro che mi seguono di questa emozione, trascrivo sul mio blog senza convertire una sillaba una lettera che posso assorbire per l'eternità che ho ricevuto il 23 luglio 2013 nel carcere di dozza a bologna. Non perdo tempo e scrivo un messaggio che non ha prezzo. "Ciao andrea, spero che questa lettera arrivi a te e che tu possa, per quanto praticabile, consolarti e aiutarti moralmente. Vorrei che tu raggiungessi tutta la mia unità e vicinanza complessiva e incondizionata, sono profondamente sgomento per tutti che stai ingiustamente lottando !!! Se è di gran lunga errato assolvere un uomo o una donna responsabile, è miglia davvero impossibile per conquistare un uomo ingiustamente in prigione. Un personaggio innocente in prigione è un reato in opposizione alle politiche civili convivenza e la tua assenza è sempre più insopportabile per me e per tutti coloro che hanno sinceramente bisogno di te un mondo di alto livello. La tua assenza pesante non può essere definita, buca il tuo cuore coronarico ogni giorno che passa. Mentre dentro un uomo chiude le sbarre di prigione, quando quella maledetta porta si chiude rumorosamente dietro di lui, da quel secondo in poi, tutti i ritmi e il comportamento degli udini di giorno in giorno, tutte le barriere esistenziali vengono alterate. La detenzione modifica il tuo modo di sorridere, modifica la tua mente, ti adegua r modi di sognare, di sperare, di credere, forse anche di amare. La detenzione cade come un ciclone su di te che sei comunque ingiustamente interiore, tuttavia anche su tutte le persone che hanno semplicemente e veramente bisogno di te, su tutte le persone che sono emotivamente legate a te. Vorrei che sapessi qualcosa di cruciale: tutti noi ti amiamo e non vediamo l'ora di fermare presto questa afflizione. Per certo che puoi combattere con tutta la tua elettricità e non puoi permettere che questa detenzione ingiusta ti rovini dall'interno. La tua anima, nessuno potrà mai rinchiuderla. Può scegliere te, molti hanno bisogno di rimanere nella tua vita, i tuoi dolori, rimanere la causa di scelte sicure come quella di amare la tua terra e custodirla con super amore e dignità !!! Ho tanta rabbia, mio ​​caro e stimato andrea, perché sei comunque bloccato lì dentro, per quanto velocemente alla fine potresti saltar fuori ... Non dimenticarti di me e che suppongo costantemente! In nessun modo ti ho dimenticato del mio andrea, e insieme a me non ti hanno più dimenticato e sei costantemente vicino a te con i tuoi pensieri e con il tuo cuore coronarico tutte le persone che ti vogliono un esagerato! Caro andrea, in quelle quattro partizioni hai tutta la mia vicinanza e lo spirito di squadra, il mio cuore e la mia mente sono lì vicino a te! Con la speranza che quelle poche righe possano fornirti un ulteriore stimolo al naturale istinto di sopravvivenza che consente, in particolare agli individui che sono ingiustamente detenuti, di reagire alla privazione nella loro personale libertà non pubblica, finisco la mia lettera con un nozione, con una devota testimonianza di stili di vita per te: ogni popolo è, in realtà, la fotografia di un fantastico gabbiano, un'idea infinita di libertà, senza limiti. A tutte le adorabili donne che rivedrai! Ragazzo è nato libero comunque ovunque sia in catene ti abbraccio con tutto il mio affetto !!! Franco. "Di solito rileggo la lettera di franco anche quando me ne vado, franco non sbagliava su qualunque cosa sapesse che non avrebbero mai arrestato il mio pensiero e il mio spirito, perché franco mi sarei buttato nel camino perché questi erano gli amici reali con una capitale a e no, chiunque ti porti nel posto dove mangiare per fare selfie e cose varie ... Ricevere lettere del genere durante la prigione non ha prezzo, non esisterei, avrei voluto rendere omaggio a una persona come un amico come franco a causa del infatti l'ho sentito con il mio cuore coronarico e me lo sono meritato ed è grazie a lui che non mi sono arreso e ho mantenuto la calma e resistito in quell'inferno in cui mi veniva negato il diritto di chiamare e parlare con il mio avvocato, tuttavia desideravo per rendere pubblica questa lettera in particolare per un motivo, che studiano questa lettera "di solito tengono vicini amici come franco." Proprio qui c'è tutto il noto "chi rivela a un amico di scoprire un tesoro", grazie franco, ti amo.